Stai attualmente utilizzando la modalità accessibilità su un dispositivo desktop. Disabilita la modalità accessibilità.

LYR

Voli per Longyearbyen, Svalbard Norvegia

Da per voli

{{result.subTitle}} - Visualizza come mappa {{filteredResult.length}} destinazioni con un budget di {{result.subTitle}} - Visualizza come mappa 1 destinazioni con un budget di }

{{result.subTitle}} - Visualizza come mappa {{filteredResult.length}} destinazioni con un budget di

  • = In questo periodo alcuni voli sono con scalo

{{result.subTitle}} - Visualizza come mappa 1 destinazioni con un budget di

nov
dic
gen
feb
mar
  • = In questo periodo alcuni voli sono con scalo

Longyearbyen-Svalbard a colpo d’occhio

Perché andarci?

Orsi polari, città minerarie russe abbandonate e rigidi paesaggi glaciali: è probabilmente la regione più spettacolare raggiunta da Norwegian. E probabilmente è anche la più vicina possibile al Polo Nord.

Luoghi di interesse

il Polarrigg, gestito dall’irriducibile Mary-Ann, è probabilmente uno degli hotel più stravaganti della terra, con i suoi orsi polari, la vasca da idromassaggio riscaldata a legna e la sala fumatori in un vecchio autobus minerario.

Lo sapevate?

Non è possibile allontanarsi dalla città principale di Longyearbyen senza una guida munita di fucile, perché nell’arcipelago delle Svalbard vivono più orsi polari che persone. Inoltre, un litro di latte costa più di un litro di vodka.

Letture consigliate

A famosa trilogia di Philip Pullman Queste oscure materie (1995-2000), in cui figurano orsi corazzati che vivono alle Svalbard.

Dati statistici

  • Abitanti: 2.642 (arcipelago delle Svalbard, con 2.040 abitanti a Longyearbyen)
  • Numero annuo di visitatori 89.000 (2014)
  • Temperatura media nel mese di gennaio -16,5 °C
  • Temperatura media nel mese di agosto 4 °C

Da fare a Longyearbyen-Svalbard

Huset

Huset, il miglior ristorante delle Svalbard, è un locale degno di nota con una cantina di 20.000 bottiglie che è una delle più grandi dell’intera Scandinavia (e vanta un punteggio di due calici, l’equivalente enologico delle due stelle Michelin). Anche il cibo servito in questo storico edificio non è niente male, con menù stagionali di cinque portate che esibiscono il meglio dell’arcipelago: negli innovativi menù elaborati dallo chef Mikael Hard possono figurare carne di renna, gallo cedrone, oca dalle guance bianche e foca. Lo storico edificio, inaugurato nel 1951 come municipio effettivo di Longyearbyen, ospita anche un cinematografo, sale per conferenze, bar caffè, nightclub e un bar dove si servono fino a 114 tipi di acquavite e aringa.

Kroa

L’accogliente ristorante Kroa è costruito interamente con antico legname trasportato dal mare ed è rivestito di attrezzature da caccia e pellicce dei tradizionali cacciatori delle Svalbard. Oltre alla migliore pizza della città, propone anche pietanze di ispirazione locale come la squisita balenottera con chutney di mele e uva passa.

Vola a Svalbard, pranza al ristorante Huset.
La cantina del ristorante Huset vanta un assortimento di 20.000 bottiglie e ha ricevuto un punteggio di Due Bicchieri.

Karlsberger Pub

A un primo sguardo, il Karlsberger Pub assomiglia in tutto e per tutto ai pub classici: rock ’n’ roll dallo stereo, ritratti di minatori in bianco e nero alle pareti e una clientela locale ruvida ma cordiale. Ma lanciamo uno sguardo dietro al bancone del bar e scopriremo 300 whisky single malt e innumerevoli Cognac che, secondo il proprietario Steve Torgersen, costituiscono la più grande collezione dell’Europa settentrionale. Come tanti alle Svalbard, Torgersen fa un po’ di tutto e gestisce anche un’agenzia di guide turistiche, un’imbarcazione per escursioni e il nuovo ristorante e centro culturale Gruvelageret situato in un vecchio magazzino della compagnia mineraria della città.

Svalbar

Frequentato da una clientela leggermente più giovane del Karlsberger, lo Svalbar è un vivace luogo di incontro, con un personale cordiale, eventi sportivi in diretta alla TV, gustosi hamburger e altri spuntini veloci, oltre a una fantastica scelta di birre artigianali norvegesi.

Galleri Svalbard

Con la sua collezione permanente dell’eminente paesaggista Kåre Tveter, oltre a mostre itineranti e collezioni di antiche mappe e litografie di spedizioni polari, la Galleri Svalbard rappresenta il campo base dell’arte e della cultura locali. Vi sono anche un bar caffè e quello che può essere considerato il miglior negozio di souvenir della città, con articoli di arte e artigianato locali e anche souvenir più classici (a noi piacciono le tazze di ceramica).

Skinnboden

Forse non sarà per tutti i gusti, ma Skinnboden è il negozio più esclusivo delle Svalbard, specializzato in pelli e pellicce di animali: vi si trova di tutto, dai tappeti in pelliccia di orso polare e volpe argentata, ai parka in pelle di foca e agli stivali in renna. All’esterno si trova l’immancabile simbolo delle Svalbard: l’orso polare imbalsamato.

Escursioni in slitta trainata dai cani

Durante l’inverno, la slitta trainata dai cani è un’esperienza speciale. Sebbene i cani non smettano mai di abbaiare prima di partire, una volta in marcia con la slitta al traino sono silenziosissimi e rendono la corsa attraverso il paesaggio artico un’esperienza magica. A Svalbard Husky, i 55 cani vivono in piccole cucce, ciascuna con il nome del rispettivo inquilino, e sembrano tutti sani e felici. Con un pizzico di fortuna, in inverno è possibile assistere a qualche bagliore di aurora boreale immerso nel silenzio.

Safari dell’orso polare

Durante l’inverno, una corsa in motoslitta lungo la costa orientale di Spitsbergen per vedere gli orsi polari è un’escursione irrinunciabile. Da febbraio a maggio, se le condizioni meteorologiche lo permettono, le agenzie di escursioni organizzate come Svalbard Booking e Spitsbergen Travel accompagnano i turisti in un viaggio mozzafiato attraverso le valli glaciali e le antichissime capanne dei cacciatori per vedere gli orsi polari che vivono ad est sul ghiaccio che sopravvive alla Corrente del Golfo.

Le Svalbard Russe

Le Svalbard russe sono affascinanti, tanto la città mineraria attiva di Barentsburg, abitata da 500 persone tra Russi e Ucraini e gestita dalla compagnia statale russa Arktikugol Trust, quanto Pyramiden, abbandonata in un solo giorno nel 1998 e sorvegliata unicamente dalla statua di Lenin che veglia sui quartieri abbandonati dei minatori. Nei mesi invernali sono raggiungibili entrambe in motoslitta. Per arrivare a Pyramiden occorrono 10 ore. Nei mesi estivi le due località possono essere raggiunte in barca.

A Svalbard, fai una corsa sullo slittino trainato dai cani.
Slitte trainate dai cani a Svalbard.

Events to look out for:

  • Polarjazz Festival (February)
  • Sun Fest Week (March)
  • Oktoberfest (September)
  • Dark Season Blues festival (October)
  • Art Break Svalbard (November)

Volare con Norwegian

  • Biglietti flessibili
    Poiché i tuoi programmi di viaggio possono essere flessibili, noi ci adeguiamo. Con Norwegian, puoi modificare il tuo biglietto fino a 30 minuti prima della partenza.

  • Nuovo aeromobile - emissioni ridotte
    La nostra flotta è una delle più giovani del mondo. L'età media dei nostri aeromobili è infatti di soli 3,6 anni, il che significa emissioni ridotte.

  • Prenotazione del posto
    A partire da 10 EUR, puoi scegliere il posto vicino al finestrino, sederti davanti per risparmiare tempo, o vicino alle uscite per avere più spazio per le gambe.
    Hai già prenotato? Aggiungi adesso la prenotazione del posto.